• Redazione

Sportello informativo sui finanziamenti alle imprese

Un servizio della Pubblica Amministrazione per lo sviluppo dei territori


Città Metropolitane e Invitalia insieme per rafforzare il sistema imprenditoriale già esistente sui territori e sostenere la nascita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali.


Accompagnare gli utenti alla realizzazione di nuove idee progettuali che valorizzano il tessuto imprenditoriale e culturale del territorio è in concreto la logica del networking Invitalia che ha fatto delle convenzioni con gli Enti locali Comuni, Città Metropolitane e Regioni. Un modo per ramificare l’azione dell’Agenzia nazionale per sviluppo, di proprietà del Ministero dell'Economia, perché l’equo-sistema è tale quando non è di natura verticale ma multidirezionale.


È il caso del nuovo Sportello di orientamento, frutto di un protocollo di intesa tra la Città Metropolitana di Palermo e Invitalia, che ha sede presso l’Ex Palazzo delle Ferrovie, via Roma n. 19, a Palermo.

Qui personale opportunamente formato accoglie e risponde alle richieste dei cittadini che hanno necessità di acquisire informazioni corrette e approfondite sul portfolio degli incentivi e dei servizi di Invitalia.


In modo particolare la Città Metropolitana di Palermo insieme ad Invitalia attraverso questo sportello intendono rafforzare il sistema imprenditoriale già esistente sull’intero territorio e sostenere la nascita e lo sviluppo di realtà imprenditoriali di diversa natura e dimensioni. Nuove realtà innovative, femminili e giovanili attraverso le misure più adatte come ad esempio Resto al Sud Smart & Start o Cultura Crea.


La finalità dello Sportello è quella di accompagnare gli utenti alla realizzazione di nuove idee progettuali che valorizzano il tessuto imprenditoriale e culturale del territorio metropolitano.


"La città di Palermo conferma il proprio ruolo di rappresentanza nei territori metropolitani – ci spiega il Sindaco della Città Metropolitana di Palermo, Leoluca Orlando - Con questa iniziativa accoglie nella propria sede uno sportello che è un ponte tra i territori ed Invitalia e consentirà a tutte le imprese dell'area metropolitana a poter accedere ai numerosi incentivi per la promozione e il rafforzamento d'imprese dell'area metropolitana. Uno sportello che è tra i pochissimi in Italia. Abbiamo già in programma - aggiunge - l’inaugurazione presso Palazzo Jung sede di Città Metropolitana un'analoga iniziativa di Innovation hub dove la collaborazione sarà molto forte con il Ministero dello Sviluppo Economico. Eviteremo così i limiti derivanti da un eccessivo accentramento della gestione tanto degli incentivi quanto al tempo stesso delle attrazioni promozionali nei confronti delle aziende nate o nascenti nell'area metropolitana. A servizio di questa struttura il personale della Città Metropolitana opportunamente formato garantirà l'efficienza e la qualità dei servizi".


A Domenico Arcuri, Amministratore delegato Invitalia, presente ieri all’inaugurazione dello Sportello di Palermo, abbiamo chiesto i risultati ottenuti sinora attraverso le misure dell’Agenzia "Solo per fare un esempio Resto al Sud in 4 anni ha significato, 390 milioni di investimenti Invitalia che hanno generato 993 milioni direttamente attraverso il reddito delle imprese. Tutto questo allo Stato ha dato la riduzione dei sussidi di disoccupazione, il gettito fiscale per il lavoro dipendente e il reddito di impresa – ci ha inoltre tenuto a sottolineare che - per garantire la creazione e il successo di un’impresa non servono solo idee, non serve solo il talento. Non serve per forza avere un “set” adeguato di conoscenze. Non servono nemmeno solo i soldi. Per una buona causa, i soldi si trovano sempre.

Ma allora, Cosa serve? A mio avviso sono importanti 5 elementi:

1 una catena corta, si deve essere il più possibile vicini ai luoghi da cui ci si approvvigiona e in cui si vende;

2 la valorizzazione delle potenzialità e delle opportunità del territorio;

3 serve stare dentro un sistema strutturato: essere un pezzo di un sistema più grande dove si impara, si dialoga e ci si sente parte; 4 serve certamente tanta tenacia, e in Italia anche tanta pazienza; 5 ma soprattutto è fondamentale, imprescindibile, rispettare il tempo. Capire che il tempo non è una variabile indipendente: la competitività degli individui, dei sistemi e delle nazioni oggi si misura con la loro capacità di usare virtuosamente il tempo. Il rispetto del tempo è necessario al successo di un’impresa”.


Abbiamo chiesto inoltre al Dott Massimo Rizzuto, Esperto in Pianificazione Strategico-Territoriale cosa rappresenta la collaborazione tra Pubblica Amministrazione e Invitalia “uno strumento, oggi utile e necessario per valorizzare un territorio scosso dai recenti avvenimenti e che quindi merita di recuperare una sostenibilità sociale accettabile. Il primo step è rappresentato dallo sportello alle Imprese, motore di rilancio del nostro territorio, mezzo proattivo in ottica di accompagnamento produttivo. Il connubio tra i prodotti promossi da Invitalia e la capacità dell’Istituzione di aggregare domanda e offerta è l’elemento essenziale per l’avvio di un modus operandi orientato alla rinascita”.

10 visualizzazioni0 commenti